Sempre attuale

Ortes: il valore secondo opinione

Diade = Ente o elemento Si può parlare di libertà senza individuare, tra persona e società, chi sia il soggetto e chi l'ogge...

21 luglio 2019

Caduta dell'Impero romano

Secondo alcuni autorevoli autori, la Caduta dell'Impero Romano avvenne prima del 476 d.C.: nel 313 d.C. per effetto dell'Editto di Costantino e di Licinio.
I Vangeli, quelli ritenuti canonici, furono scritti tra il trenta ed il settanta anni dopo l'Ascensione di Gesù Cristo, e questi derivarono dalla tradizione orale acquisita attraverso la testimonianza di chi ebbe diretta conoscenza dei fatti: i quattro Evangelisti, appunto, riferirono quelli più espressivi per rappresentare i fondamenti della religione cristiana, omettendo altri, che sarebbero stati forse importanti per lo storico, ma irrilevanti per il religioso.

Confederazione o Stati Uniti d'Europa?

Europa carolingia
Nel pieno della crisi diplomatica tra Francia e Italia, Angela Merkel ed Emmanuel Macron, il 22 gennaio 2019,  hanno siglato ad Aquisgrana un nuovo trattato per rendere ancora più saldo l'asse tra Germania e Francia. La firma dell'accordo è arrivata nel 56esimo anniversario di quello siglato all'Eliseo da Charles de Gaulle e Konrad Adenauer per mettere fine agli storici contrasti tra i due paesi. Il documento include una serie di progetti che spaziano dalle politiche energetiche alla difesa.

30 maggio 2019

R.Kahn: lotta alla disoccupazione.


In occasione della comparsa del libro di Giorgio La Malfa su J.M. Keynes, mi corre l'obbligo di ricordare gli appunti qui riprodotti dall'originale redatto nel 1955 durante le lezioni del Prof. Cantarelli, assistente del Prof Giovanni Demaria. 
Li ho ancora oggi e tuttora segnano la parte più significativa dei miei studi in Bocconi.  
Queste poche pagine evidenziano le stranezze che avrebbero caratterizzato le decisioni dei politici sulla berlina di falsi economisti che distorcono le teorie scientifiche ad uso e consumo della furbizia collettivistica che si svela fatale per essere l'economia oggi fagocitata dal debito pubblico in possesso dei privati. Ora, siamo tutti prigionieri sia dei creditori che dei debitori, e gli Stati di loro stessi.
Sia ben chiaro, insisteva il professor Cantarelli, le teorie di Keynes vanno inquadrate strettamente nel quadro del New Deal e parlare di New Deal, significa parlare di civiltà dei consumi. Viceversa, parlare di consumi significa parlare solo di lavoro, profitto e salario come motore che attiva consumo e risparmio.
Il mondo è impazzito perché il motore si è imballato nella follia finanziaria che contraddistinse l’inizio del terzo millennio.

24 maggio 2019

Una via per superare il varco

Via regolamentata!
Con Una via per superare il varco, immagino di scrivere un vademecum per queste prossime elezioni.
Indipendentemente dall'esito che queste avranno, propongo che la nostra opera possa proseguire sulle tracce che qui delineo brevemente.

28 marzo 2019

Ilya Prigogine*

Mosca 1917 - Bruxelles 2003 
Mi emoziono ancora nel leggere la dichiarazione con la quale Ilya Prigogine - Direttore dell’International Institute Solvay di Bruxelles - Premio Nobel per la Chimica nel 1977), a pagina 32 de’ "Il futuro è già determinato?" (Di Renzo Editore) sulla cui copertina figurano i volti di Parmenide ed Eraclito -  asserisce di non sapere quale sarà la posizione della luna tra un milione di anni ma che l'esistenza di milioni d’insetti che osserviamo è una prova di quella che potremmo chiamare la creatività della natura.
Di là dal fatto che la natura crei o no sé stessa (ma questo non è il problema di Prigogine), l’Autore dimostra in poche pagine che il dilemma può essere inserito in una cornice matematica esatta. Qui non è necessario riassumere oltre lo svolgimento del tema perché le sue argomentazioni, indipendentemente dal linguaggio usato, sono già sufficientemente efficaci per confutare certe tendenze di pensiero contrarie che, con caparbia e pervicacia, vogliono sopravvivere in tema di evoluzione.
Seguo l’eminente scienziato nel chiedermi se tutti i fenomeni compresi nelle scienze, siano integrabili. Ovvero, stabilito un principio scientifico come quello osservato nella fisica classica, esiste per il tempo una direzione privilegiata sula quale fare previsioni esatte anche per le Scienze Umane?

27 marzo 2019

Implicazione e complicazione

Il problema siamo noi, come osservatori che, semplificando ci disperdiamo nelle vie oscure della confusione. 
L'aspetto critico non riguarda la realizzazione dell'idea creativa, ma renderla coerente col percorso che dalla  natura del globo terracqueo si estende oggi, agli spazi siderali. 
La regola del tre è il mezzo per stabilire i criteri di proporzionalità tra due grandezze, rispetto ad una terza, oppure per determinare il valore di una grandezza risultante dal rapporto di altre due. 
Ricordiamoci, che per noi terrestri, l'assimilazione della regola del tre*, il cui sviluppo segue la successione di Fibonacci,  deve iniziare sin da bambino. 
La nostra esistenza è tutta racchiusa tra due numeri della serie aurea dei numeri interi tra 
Grandezze inferiori a 1 e superiori a quella massima del fenomeno consideato non devono entrare nella scala valori da considerare. 
------


-->

21 marzo 2019

Dissoluzione

Il 28 febbraio 2012 riportavo, in questo mio blog, il dialogo tra me

e Corona di Ferro sul tema "Cupio dissolvi" proposto da "Il Legno storto", testata online di orientamento liberale che ospitava post e articoli tratti dai giornali e dalla rete internet. 

Fu un sito spavaldo, ironico, talvolta polemico e quando, però, uscirono due pezzi in cui venivano criticati due magistrati famosi, questo dovette ingloriosamente chiudere. Due furono le mie risposte ad un commento di Corona di Ferro  al tema trattato da un articolo di Magdi C. Allan pubblicato su "Il Giornale" otto giorni primaa pag. 14, dal titolo "Criticare l’Islam è proibito. Difendere l’Europa pure". 

Purtroppo la chiusura del giornale non mi consentì di proseguire il discorso e di proporre altre argomentazioni che, di fatto, seguiranno la seconda.


16 gennaio 2019

25 La tavola delle 29 proposizioni*


BOZZA
...  la verità è sottintesa ed è unica perché non sarebbe verità. Si parla di fede in qualcosa che si possiede; in qualcosa di comune a tutti, spinti a formare un'idea per il progetto da condividere. Trattasi di idea che non necessita di ragione: diventa verità dal momento della sua condivisione, ovvero quando tutti agiscono secondo comunanza d’intenti.
Ma come si enuncia una verità? Ne occorrerebbe una sola dalla quale dedurre tutte le altre, procedendo con lo spulciare il vello dal quale trarre tutto ciò che non sia pelo. Ad esempio: togliere dal testo della Costituzione italiana tutto ciò che riguarda la trascendenza e tutto ciò che andrebbe ordinato con le leggi ordinarie.