Sempre attuale

Ortes: il valore secondo opinione

Diade = Ente o elemento Si può parlare di libertà senza individuare, tra persona e società, chi sia il soggetto e chi l'ogge...

31 dicembre 2017

Un segno tra lo Spennacchio e il Rigoglio

Il Presagio
Tempo di fine anno, tempo di auguri, tempo di auspicio e della ricerca di un indizio per tempi migliori. Il percorso da piazza Venezia a Piazza San Pietro rende l'idea che dallo Spennacchio di questo 2017 che lasciamo alle spalle andiamo verso il Rigoglio di un 2018 foriero di un evento che ridarà a tutti la voglia di stare insieme. 
L'evento si è già manifestato e millenni di storia lo precedono, ma è ancora nascosto perché in pochi conoscono le opportunità che vi si nascondono, anzi, quei pochi non le svelano. Stamane aprendo la posta, Mario Domina, uno tra i tanti amici che curano un blog su Wordpress, mi propone la lettura di Zoon politikon, lo stato-leviatano. Verso la fine  leggo queste frasi: 
Solo che oggi i dispositivi sociali, il welfare, lo spirito comunitario – le forme protettive o risarcitorie dello stato – vanno sempre più indebolendosi. Prima su tutte è la condizione materiale e lavorativa, estremamente precarizzata da forze extrastatali che aggirano i vincoli comunitari, li indeboliscono, creando una moltitudine di individui atomizzati, essenzialmente consumatori compulsivi, che però si scoprono vulnerabili proprio sul piano della sicurezza fondamentale, ovvero il lavoro, ciò che aveva compattato lo stato-nazione borghese, col mito del progresso: il lavoro forzato delle fabbriche era diventato il prezzo da pagare per lo sviluppo e l’accesso alla ricchezza – sacrifici in cambio di benessere. 
 e conclude:
Trump proclama a gran voce First America, che fa eco a tutti gli slogan simili – “prima gli italiani”, prima la mia tribù, prima io. È certo una reazione, forse inevitabile, ai processi di lungo corso della globalizzazione (soprattutto finanziaria e del mercato del lavoro) e all’indebolimento delle comunità e degli stati-nazione. Ma dove porterà questa nuova conflittualità? Siamo forse tornati ai tempi di Hobbes?
Che i tempi di Hobbes fossero presagio di Rigoglio, dubito ma che Trump personifichi il Leviatano, ho qualche dubbio. Il Leviatano non ricompone le famiglie separandole per etnia e nazionalità. Anzi le separa perché ognuno si ricongiunga sul corso della propria storia. 
Riguardo al temuto Leviatano il giorno 8 giugno 2012 scrivevo il questo post ripreso da  Chicago-blog, frequentatissimo sito diretto da Oscar Giannino. Presi l'abbaglio di Bruno Leoni che già conoscevo per i noiosissimi articoli che scriveva sul Sole 24 ore.
Durò pochi mesi. Pochi giorni prima di Natale di in lustro scorso Mario Monti e signora scortati dal loro trolley salivano al Quirinale per compiere lo stesso atto. ....

Buona fine 2017, buon Principio 2018 .... per TUTTI.


16 dicembre 2017

Dignità della Persona

Ieri sera, Matrix ha dedicato per intero la trasmissione alle vicende del già Senatore Dell'Utri al quale è stata negata la la richiesta di scarcerazione per motivi di salute. Tra l'altro, è stata trasmessa l'intervista al magistrato Gherardo Colombo il quale si

12 dicembre 2017

18. Circolazione delle Elette (7 - Equità)(*)

Ecco la lista dei capi di governo italiani dal 1921 al 1945: Bonomi, Facta, Mussolini, Badoglio, Bonomi. I due Bonomi sono la stessa persona di nome Ivanoe!

G.H. Bousquet, uno dei più devoti discepoli di Pareto, nella prefazione a I Sistemi socialisti nel testo della seconda edizione, pubblicata in Francia (la prima è del 1902) e rivista per la traduzione italiana operata nel 1951 per il n. 10 della collana Sociologi ed Economisti dell'UTET, tratteggia con chiarezza e semplicità i fondamenti sui quali si regge l'analisi critica ai movimenti di sinistra che già allora erano entrati nel vivo nel determinare le politiche nazionali dei paesi Europei. Da questa fonte traggo lo spunto per comporre un profilo storico basato sugli effetti delle manifestazioni che hanno avuto sulla società del momento.

08 dicembre 2017

Dìade: Dottrine non scritte (2)

Propongo la meditazione su tre aspetti della condizione umana che, in sé, hanno infuso il segreto del mondo che si svela quando la psiche ci sospende dalla realtà e viviamo in stato di isolamento e di evasione totale dall’ambiente circostante. Appaiono visioni che non prendono forme tali da poter essere rappresentate empiricamente.
A tal fine, ripercorro il testo di un interessante articolo di Niccolò Bonetti, segnalatomi in un post su Facebook, di Gabriele Di Piero.
Sono le opere non scritte come quelle di Platone, e quelle di alcuni che, fanciulli o adulti, si assentano dal quotidiano per elaborare le loro indescrivibili emozioni.


04 dicembre 2017

Doveri dell'Uomo


 DOVERI DELL'UOMO - PREFAZIONE
L'avvenire, della Patria e vostro, voi non lo fonderete se non liberandovi da due piaghe che oggi purtroppo, spero per breve tempo, contaminano le classi più agiate e minacciano di sviare il progresso Italiano : il Macchiavellismo e il Materialismo. Il primo, travestimento meschino della scienza d'un Grande infelice, v'allontana dall'amore e dall'adorazione schietta e lealmente audace della Verità : il secondo vi trascina inevitabilmente, con il culto degli interessi, all'egoismo ed all'anarchia.
Voi dovete sottrarvi all'arbitrio e alla prepotenza degli uomini. E nella guerra che si combatte nel mondo tra il Bene e il Male, dovete dare il vostro nome alla Bandiera del Bene e avversare, senza tregua, il Male, respingendo ogni dubbia insegna, ogni transazione codarda, ogni ipocrisia di capi che cercano maneggiarsi fra i due ; sulla via del primo, voi m'avrete, finchè io vivo.
E perché quelle due Menzogne vi sono spesso affacciate con apparenze seduttrici e con un fascino di speranze che solo il culto di Dio e della Verità può tradurre in fatti per voi, ho creduto debito di scrivere, a premunirvi, questo libretto. Io v'amo troppo per adulare alle vostre passioni o accarezzare i sogni dorati coi quali altri tentano ottenere favore da voi.
La mia voce può apparirvi severa e troppo insistente a insegnarvi la necessità del sacrificio e della virtù per altrui. Ma io so, e voi, buoni e non guasti da una falsa scienza o dalla ricchezza, intenderete fra breve, che ogni vostro diritto non può essere frutto che d'un dovere compiuto.
GIUSEPPE MAZZINI - Aprile 23 - 1860.

Libertà -> Opportunità -> Occupazione -> Dovere -> Diritto

-->