Sempre attuale

Opportunità ed occupazione.

Occupazione per attuare progetti e progetti per creare occupazione sono i cardini sui quali ruota la libertà dei cittadini. La distinzion...

17 aprile 2012

Profili Personali


Dio, Morale ed Estetica producono Passioni che, toccando la Sensibilità, danno corso ai Sentimenti. Intenzioni; Volontà, Determinazione e Impulso sono gli Istinti che si trasformano in Azioni.
----------------------------------------
Concretamente il Processo dell’agire umano si svolge tra Sentimenti e Istinti coinvolgendo la Coscienza e la Responsabilità che sono, rispettivamente, come più volte ripetuto, categorie trascendenti e immanenti.
Dio, Senso morale, Senso estetico e Passioni formano l’insieme di Elementi che caratterizzano lo Spirito della Persona; mentre la Sensibilità degli organi (vista, udito, gusto, olfatto, tatto e sesso), guidano Volontà, Determinazione e Impulso propri del Corpo della Persona nel manifestarsi secondo Intelletto dotato di Conoscenza acquisita attraverso l’Esperienza. Secondo il tipo e del numero degli elementi partecipanti al processo, tra quelli dei Sentimenti e quelli degli Istinti, si ricavano indole e aspirazioni della Persona.

1.         Il processo coinvolge tutti gli elementi sotto il dominio della Coscienza e della Responsabilità (Fig. 3). Si tratta della condizione della Persona, normale ed equilibrata, che sa mediare il suo comportamento tra le Passioni con un controllo bilanciato tra Sentimenti e Istinti controllati dalla Ragione.

Fig. 3 Profilo umano


E’ un caso più teorico che pratico, ma si presta a mostrare il meccanismo dell’intero processo. Ritengo che il fariseo, nell’accezione che è usualmente creduta, possa ben rappresentare questa categoria di Persone.

2.         Il processo coinvolge solo il dominio della Responsabilità (Fig. 4) Il processo, attivato solo dalle Passioni senza il coinvolgimento degli altri elementi dell’area della Coscienza, determina un progetto che corre sul filo degli Istinti, usando la Passione rubata allo Spirito come se fosse, essa stessa, la Ragione. In tal caso, la Felicità non è ottenuta dal Sentimento che controlla la Passione attraverso il Senso morale, ma dalla Ragione stessa che si compiace del Benessere che crea.

Fig.4 Profilo istintivo



Così la Spiritualità si riduce a essere una mera sopportazione di Vincoli priva di Senso morale ed estetico alla vana ricerca del dio pagano che si allontana dalla Coscienza, oppure, del dio ragione che considera se stesso identificato con la natura. Si tratta di una concezione materialistica, agnostica o atea della vita, magnificata, nel primo caso, dall’epicureismo e uniformata a un coinvolgimento coatto nelle cose della natura con l’annientamento dell’apporto spirituale della Libertà e, nel secondo caso, dal materialismo intriso in ogni dottrina prodotta dall’idealismo, in altre parole quelle dagli illuministi in poi. Con l’abbandono della Coscienza, la Persona rende vacua la Responsabilità, e, senza alcun freno, da sfogo alle sue Passioni sollecitando ogni stimolo corporeo, altrimenti governato dalla virtù della temperanza.
3.         Il processo coinvolge solo il dominio della Coscienza (Fig. 5) Se la maturazione del convincimento si svolge per intero nell’area della Coscienza con un processo che sfugge alla Sensibilità del Corpo coinvolgendo solo lo Spirito della Persona, il progetto coinvolge i Sentimenti come se la vita fosse in vario grado orientata a Dio (ascetismo e misticismo), o al Senso morale (integralismo etico - religioso), o al Senso estetico (emozione artistica), o alle Passioni (edonismo), o alla mercé del solo Impulso di soddisfare un Bisogno spirituale trascurando il Benessere.

Fig.5 Profilo sentimentale



Per costoro, la Sopportazione dei vincoli costituisce la giustificazione della loro Felicità. In questa categoria di Persone si annoverano mistici, asceti; ma anche moralisti come puritani e quacqueri, modaioli fanatici, collezionisti maniacali, usurai ecc.

Nessun commento:

Posta un commento